Case di riposo con posti letto convenzionati e non convenzionati

Le case di riposo con posti letto convenzionati sono strutture per ospiti non autosufficienti, per le quali la retta sanitaria è a carico della Regione Veneto.  Per l'ingresso deve essere presentata apposita richiesta per attivare la procedura disposta dall'ULSS 22 per formulare la relativa graduatoria mensile.

Beneficiari: persone non autosufficienti residenti.

Dove rivolgersi: assistente sociale

 

Le case di riposo con posti letto non convenzionati sono strutture completamente private o che hanno dei posti letto in convenzione e altri non convenzionati. I posti letto non convenzionati sono sia per persone non autosufficienti che per persone autosufficienti. In entrambi i casi la Regione Veneto non riconosce la quota sanitaria.

Beneficiari: anziani autosufficienti o non autosufficienti.

Dove rivolgersi: il richiedente o i suoi familiari devono contattare direttamente la casa di riposo.

 

Case di riposo con posti letto convenzionati

Le case di riposo con posti letto convenzionati sono strutture per ospiti non autosufficienti, per le quali la retta sanitaria è a carico della Regione Veneto.  Per l'ingresso deve essere presentata apposita richiesta per attivare la procedura disposta dall'ULSS 22 per formulare la relativa graduatoria mensile.

Beneficiari: persone non autosufficienti residenti.

Dove rivolgersi: assistente sociale.

Bonus gas ed energia

Bonus energia

Continua la possibilità per le famiglie in condizione di disagio economico (limite ISEE 7.500,00 €) o con   4 e più figli a carico (limite ISEE 20.000,00 €) e per le persone con disagio fisico (che usufruiscono quindi di apparecchiature medico terapeutiche indispensabili per il suo mantenimento in vita) di richiedere il bonus per l’energia elettrica, che garantisce un risparmio sulla spesa annua per energia elettrica. La domanda ha durata di 12 mesi e va quindi ripresentata ogni anno.

La domanda può essere presentata al CAF – CISL, previo appuntamento al n. 045 7551972 oppure 045 8096027.

Bonus gas

l Governo ha introdotto questo strumento con l’obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico (ISEE 7.500,00 €) o con 4 e più figli a carico (limite ISEE 20.000,00 €), garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per il gas. 

Anche questa  domanda va presentata al CAF –CISL, con cui il Comune è covenzionato, previo appuntamento al n. 045- 7551972 oppure 045 8096027.

Ausili per persone non autosufficienti

L'ULSS 9 fornisce gratuitamente degli ausili alle persone non autosufficienti.

Tipi di ausili forniti: pannoloni, traverse, carrozzine, letti di tipo ospedaliero, materassi e cuscini antidecubito, cerotti per piaghe da decubito, cateteri, stampelle, girelli, sollevatori, montascale, deambulatori.

Come richiederli: la richiesta deve essere compilata su apposito modulo presso il Distretto Sanitario.

Dove rivolgersi: Distretto Sanitario per ritiro moduli (tel. 0457550046)

Attestazione ise/isee

Il decreto legislativo n. 109/1998, modificato con decreto legislativo n. 130/2000 ha previsto la presentazione da parte del cittadino di un'unica dichiarazione sostitutiva (DSU), valevole per la richiesta di prestazioni sociali agevolate o per l'acceso agevolato ai servizi di pubblica utilità. Con DPCM n. 159/2013 e successive modificazioni sono state previste nuove modalità di calcolo dal 1/1/2015. I cittadini in possesso del PIN possono inserire i dati direttamente sul sito dell'INPS . Gli altri cittadini devono rivolgersi: ad un qualsiasi CAF - Centro di Assistenza Fiscale (a Peschiera d/G è attivo il CAF CISL).

Assistenza pratiche sociali e fiscali

E' attivo uno sportello rivolto ai cittadini per l'espletamento di pratiche sociali e fiscali.

Lo sportello è situato a Peschiera d/G presso la Caserma di Artiglieria di Porta Verona, primo piano.

Il servizio relativo all'elaborazione delle dichiarazioni dei redditi (modello 730 e modello unico) è gratuito per tutti i cittadini residenti in Peschiera del Garda con reddito annuo complessivo inferiore a 9.000,00 €.

Orari di apertura:

Federazione Nazionale Pensionati: 

Lunedì  9.00 - 12.00  mercoledì 15.00 - 18.00

(Recapito FNP – consulenza e assistenza servizio CAF e INAS)

Patronato INAS:

Mercoledì  9.00 - 12.30 (senza appuntamento) e 15.00 - 19.00 (con appuntamento)

(pensioni, maternità, mobilità, assegni familiari, rendite inail, infortuni, invalidità civile e accompagnamento)

ADICONSUM:

Martedì  15.00 – 18.30

(Difesa consumatore: telefonia, multe, utenze, viaggi, turismo, assicurazioni, banche, sovraindebitamento, controversie condominiali)

CAF (solo su appuntamento) :

Lunedì  9.00 - 13.00  Giovedì 15.00 – 19.00

(Servizio fiscale: 730, Unico, ICI, dichiarazioni ICI, Ise, Isee, Red, Contenzioso – Servizio casa: contratti locazione, pratiche detrazione IRPEF 36% e 55% - Servizio successioni: pratiche legate all’eredità (successioni, usufrutto) – servizio colf: amministrazioni rapporti di lavoro domestico)

UFFICIO VERTENZE:

4° giovedì del mese  15.00 – 18.00

(tutela controversie di lavoro: licenziamento, differenze retributive, controllo buste paga, consulenza contratti di lavoro)

FILCA – sindacato edilizia:

martedì 17.30-19.00

FISCASCAT – Commercio/Turismo:

Lunedì 9.00 – 12.00

UFFICIO STRANIERI:

venerdì 9.00-13.00

Assistenza  per  permesso/carta di soggiorno, cittadinanza italiana,  ricongiungimenti familiari, ecc

Per appuntamenti o informazioni:  tel. 045/7551972 Peschiera d/G oppure tel. 045/8096027 Verona

Assistenza domiciliare

Assistenza domiciliare

E' un servizio rivolto a chi ha perso anche parzialmente, temporaneamente o permanentemente la propria autosufficienza di modo che né da solo né con le normali reti di supporto (familiari, amici, volontari) riesce a vivere in modo dignitoso a casa propria e ad avere un adeguato accesso ai servizi sanitari e sociali.  Si sottolinea che il servizio ha carattere integrativo e non sostitutivo delle abilità residue della persona che ha perso la propria autonomia e del supporto che in primo luogo i familiari devono e possono dare. Il servizio può essere gratuito o a pagamento, secondo quanto disposto dal vigente regolamento in materia.

Rientrano nel servizio i pasti a domicilio, che vengono concessi a favore di chi vive solo e non è in grado di provvedere alla preparazione dei pasti per garanzia della propria sicurezza, per momentanea difficoltà fisica e in assenza di familiari che possano provvedere. Il servizio è gratuito per le persone con reddito inferiore al minimo vitale (pensione minima INPS)

Beneficiari: cittadini residenti.

Dove rivolgersi: assistente sociale.

Assistenza domiciliare integrata

Il servizio è attivato dall'ULSS 9 per fornire prestazioni di carattere sanitario (infermieri, fisioterapisti, ecc.) in aggiunta al servizio di assistenza domiciliare, di carattere sociale, fornito dal Comune.

Dove rivolgersi: il medico di base deve presentare la richiesta al Distretto Sanitario.

 

 
 

Assegno nucleo numeroso (art. 66 L. 448/1998)

Lo Stato riconosce un assegno alle famiglie anagrafiche numerose con almeno tre figli minorenni, che rientrino nei limiti economici stabiliti dallo Stato. Viene erogato dall'INPS.

Beneficiari: cittadini italiani, comunitari o extracomunitari titolari di carta di soggiorno o permesso per soggiornanti di lungo periodo, residenti.

Dove rivolgersi: Ufficio Amministrativo servizi sociali.

Impegnativa cura domiciliare ICD

Con la dgr 1338/2013 la Regione Veneto ha istituito le impegnative di cura domiciliare (ICD) a favore delle persone non autosufficienti. Si tratta di un contributo che viene erogato sulla base di una graduatoria per gravità di bisogno assistenziale e situazione economica rilevata con l'ISEE.

Dove rivolgersi: assistente sociale.

Assegni di maternità per le casalinghe (art. 65 L. 448/1998)

Lo Stato riconosce un assegno di maternità per le mamme casalinghe, che non beneficiano del trattamento previdenziale della indennità di maternità, il cui nucleo familiare non superi il limite economico stabilito dallo Stato. Viene erogato dall'INPS.

Beneficiari: donne italiane, comunitarie o extracomunitarie in possesso della carta di soggiorno per stranieri (ora denominata permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o lungosoggiornanti) o permesso di soggiorno con validità minima di 1 anno.

Dove rivolgersi: Ufficio Amministrativo servizi sociali.

Alloggi comunali

Il Comune è proprietario di alcuni alloggi che vengono assegnati mediante la formulazione di una graduatoria di durata biennale.

I requisiti di accesso sono determinati dalla Giunta Municipale

Beneficiari: cittadini italiani,  residenti da almeno 10 anni, che abbiano compiuto 55 anni e che non superino il limite economico fissato.

A chi rivolgersi: Ufficio Amministrativo servizi sociali.

 

Il Sindaco

Maria Orietta Gaiulli

Agevolazione tariffe taxi

Gli autisti dei taxi di Peschiera del Garda applicano una riduzione del 20% per trasporti sul territorio comunale alle persone residenti che abbiano compiuto 65 anni oppure che siano disabili. Per ottenere la riduzione è obbligatorio mostrare un documento di identità all’autista.